Glossario del web marketing: quali sono i principali termini da conoscere?

Pubblicato il Pubblicato in Business, Marketing

Sharing is caring!

I TERMINI PIÙ UTILIZZATI NEL WEB MARKETING

Il marketing presenta un linguaggio specifico, talvolta ostico per chi si approccia per la prima volta all’argomento.
La maggior parte della sua terminologia deriva dalla lingua inglese.
Comprenderne i codici di base consente quanto meno di capire argomenti sempre più centrali, da un punto di vista aziendale.
Qui di seguito riportiamo un piccolo glossario, senza pretese di esaustività, con i termini più utilizzati:

A

ACTION DEVICES: Strategie utilizzate per ottenere un feed-back dal target di riferimento.

ADVERTISING: comunicazione pubblicitaria a pagamento utilizzata dalle aziende per promuovere i propri servizi.

AFFILIATE MARKETING: Accordo commerciale tra una azienda che intende vendere un suo servizio o prodotto, (indicata anche come advertiser) e un soggetto individuale che si impegna a promuoverlo. Il cosiddetto affiliato.

 

B

B2B: Acronimo di Business to business, espressione inglese che indica lo scenario commerciale in cui un’azienda propone prodotti o servizi ad altre aziende.

B2C: Acronimo di Business to Consumer, espressione inglese che indica lo scenario commerciale in cui un’azienda punta a un pubblico di consumatori più generalista e non aziendale.

BRAND AWARENESS: In italiano “notorietà del marchio”, si riferisce al grado di rinomanza del brand.

BUYER PERSONA: Termine utilizzato identificare il cliente tipo delineato nelle sue caratteristiche personali, socio-demografiche e nelle sue abitudini comportamentali.

 

C

CALL TO ACTION: Invito rivolto al destinatario di una comunicazione commerciale, affinché compia un’azione concreta nei confronti dell’azienda che ha lanciato il messaggio. Per esempio: “Clicca qui”, “Iscriviti ora” etc.

CONTENT MARKETING: Tipologia di marketing che prevede creazione e condivisione di contenuti editoriali al fine di acquisire clienti.

CPC: costo per clic, prevede il pagamento solo per i clic sugli annunci realmente effettuati.

CPL: costo per lead, indica il costo relativo alla sottoscrizione ad una newsletter.

CTR: numero di clic ricevuti dal tuo annuncio diviso per numero di volte in cui l’annuncio viene visualizzato.

CUSTOMER CARE: insieme di prodotti serviti, prima , durante e dopo l’acquisto di un prodotto.

CUSTOMER JOURNEY: Caratterizza il percorso d’interazione tra consumatore e azienda. Tale percorso ha come punto di partenza il bisogno di un servizio e come punto di arrivo l’acquisto di questo.

CROSS-SELLING: Strategia di vendita che consiste nell’offrire un prodotto/servizio aggiuntivo, complementare a quello già richiesto ed acquistato dal cliente.

 

D

DIGITAL MARKETING: Branca del marketing che utilizza canali digitali per promuovere prodotti e servizi.

DIGITAL STRATEGY: processo nel quale vengono definiti obiettivi, opportunità ed iniziative dell’azienda per portare al massimo i profitti economici derivanti dall’uso dei canali digitali.

 

E

E-COMMERCE: Insieme di azioni volte alla commercializzazione di prodotti e servizi online.

E-MAIL MARKETING: Tipo di marketing che si serve della posta elettronica.

 

F

FEED: File contenente informazioni per la ricerca di nuovi contenuti pubblicati in un sito web.

FUNNEL: Termine inglese che indica l’“imbuto”, descrive il percorso che si vuol far compiere a un utente per trasformarlo in cliente fidelizzato.

 

I

IMPRESSION: Numero di visualizzazioni, cioè il numero di volte che un contenuto è stato visto.

INBOUND: Modalità di marketing che punta ad attirare nuova clientela, utilizzando i canali digitali che fanno parte della sua quotidianità. L’esempio più famoso consiste nelle azioni di lead generation.

INDICIZZAZIONE: Inserimento di un sito web nel database di un motore di ricerca.

INSIGHTS: Analisi e comprensione profonda di motivazioni o bisogni che stanno alla base di un acquisto.

INTERRUPTION MARKETING: Letteralmente “marketing dell’interruzione”, comprende tutta quella fetta di comunicazione di vendita che “interrompe” l’attività dell’interlocutore per

proporre servizi o prodotti.

 

L

LANDING PAGE: Pagina web raggiunta dal visitatore tramite un link.

LEAD: questo termine indica un qualsiasi dato o insieme di dati utili a raggiungere successivamente un potenziale potenziale collaboratore o cliente.

LEAD GENERATION: L’insieme delle azioni di marketing volte a raccogliere e classificare lead.

 

K

KEYWORDS: Parola chiave digitata nel motore di ricerca.

 

N

NEWSLETTER: Aggiornamento periodico inviato da un’azienda ai propri contatti concernente le proprie attività.

 

O

OPT-IN: In ambito e-mail marketing, è l’opzione attraverso la quale l’utente esprime il proprio consenso per ricevere comunicazioni di natura commerciale.

OPT-OUT: Rifiuto di una comunicazione commerciale non desiderata.

OUTBOUND MARKETING: Insieme di iniziative e azioni di comunicazione volte a presentare in maniera univoca la propria azienda a un pubblico di riferimento. Praticamente tutte le strategie di marketing tradizionale, dal volantinaggio agli spot televisivi, sono considerabili come outbound.

 

P

PERSUASIVE COPYWRITING: Scrittura persuasiva, contenuti pubblicati in rete al fine di invogliare l’utente a compiere un’azione.

PERMISSION MARKETING: Strategia di marketing che prevede la richiesta di consenso da parte del consumatore a ricevere comunicazioni promozionali.

POSIZIONAMENTO: Indica la collocazione ottenuta attraverso analisi di indicatori di mercato.

PROSPECT: Termine che identifica coloro che difronte ad una prima azione di marketing hanno risposto positivamente, profilandosi quindi come potenziali acquirenti.

 

R

REACH (social): numero di persone raggiunte da un certo contenuto social come foto, video, testo.

ROI: Ritorno sugli investimenti, esprime la redditività del capitale investito da un’azienda.

RICH MEDIA: termine che indica una serie di formati pubblicitari che forniscono all’utente un’esperienza più ricca nell’interazione con la pubblicità.

 

S

SEM: Search Engine Marketing, insieme delle attività di web marketing svolte al fine di aumentare la visibilità di un sito web nei motori di ricerca.

SEO: Search Engine Optimization, insieme delle attività di ottimizzazione di un sito web volte a migliorarne il posizionamento nei risultati dei motori di ricerca.

SERP: Search Engine Result Page, acronimo che si identifica nella pagina dei risultati di un motore di ricerca. La SERP rappresenta l’obiettivo finale che ci si pone  quando si applicano i principi della SEO al proprio sito web.

 

T

TAG: parola chiave, scelta per indicare oggetti appartenenti a una stessa categoria, al fine di facilitare la loro classificazione ed eventuali successivi richiami. Traduce l’italiano “etichetta”.

TARGET: generalmente con questo termine si indica il destinatario-tipo di una azione di marketing. Età, sesso, interessi etc.

 

U

UP-SELLING: Strategia di vendita che consiste nell’ indirizzare il cliente verso un prodotto più costoso (e qualitativamente migliore) rispetto a quello che è orientato ad acquistare.

URL: sequenza di caratteri che identifica l’indirizzo di una risorsa su una rete di computer (documento, immagine, video).

 

W

WEB ANALYTICS: sistema di tracciamento degli utenti di un sito web, che effettua una profilazione dell’utente per finalità statistiche.

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *